Parole di gennaio. Poesia di William Allegrezza

William Allegrezza vive negli Stati Uniti e insegna all’Indiana University Northwest. I suoi lavori poetici, traduzioni, saggi e critiche letterarie sono stati pubblicati in vari stati, inclusi gli Stati Uniti, Olanda, Finlandia ed Australia e sono disponibili in molte riviste online, come Aught, Milk Magazine, sidereality, La Petite Zine, e The Drunken Boat. La sua silloge poetica lingo (2002) è stata pubblicata da suontic press e si può accedere al suo libro online Temporal Nomads (2003) sul sito xPress(ed) . È l’editore di moria, una rivista dedicata alla poesia e alle poetiche sperimentali, segue pure un blog: allegrezza.blogspot.com. Si è laureato con un Ph.D. in Letteratura Comparata presso la Louisiana State University.(read more_clicca sul titolo)

Parole di gennaio

spoglio
mente
cammino

"mi sono avvolto nel cotone,
ho bevuto qualcosa e son corso fuori"

le strade erano buie
lungo le stecconate
cespugli
macchine buie
nessun piede rompe il silenzio della città

luci fisse

una parola mi pulsa di fronte
e sfreccia via prima che
prenda la mira

ah, inverno di nuovo-il pattinaggio pieno
con musica squillante e bambini,
la neve si ammucchia, la foschia ammantante

il circolo
cammino
colori
spoglio

"per favore conta fino a quattro appena prima
della porta. è rossa e ghiacciata".

© William Allegrezza

Last modified onMartedì, 05 Aprile 2016 21:14

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.