James Finnegan, poeta

James Finnegan vive a West Hartford CT. La poesia è per lui un’ossessione piuttosto che una professione. Lavora nel campo dell’assicurazione istituzionale finanziaria. Non molto frequentemente i suoi lavori poetici sono apparsi in pubblicazioni letterarie.

Nel 2001 ha fondato la NewPoetry List:
http://wiz.cath.vt.edu/mailman/listinfo/new-poetry.

Si può trovare il suo blog di aforismi al seguente link: http://ursprache.blogspot.com/

(read more_clicca sul titolo)

Il campo di neve

Bianco ovunque, spoglio
eccetto alcuni steli d’erbacce
che spuntano fuori e ciuffi di ghiaccio
fini come la polvere del diamante
che soffiano sulla superficie incrostata.
Nessuna impronta animale od umana,
né stalla o albero, riparo o copertura
di qualsiasi tipo, solo acri di neve.
A volte sono così vuoto dentro
mi sento quasi soddisfatto, saziato da un’assoluta mancanza.
Là fuori, da solo, mi parve d’averti udito
chiamare il mio nome, ma era solo il vento
che porta con sé tutti i nomi di coloro che si son persi.
Una persona congelata alla morte
inizierà a sentire calore
prima di scivolare nell’incoscienza.
Una volta ho creduto che l’amore mi avrebbe salvato,
ma quando infine mi hai trovato
né tu né io avremmo potuto sapere
quant’oltre ero andato. Senza fede
neppure nel mio proprio respiro.

© James Finnegan

Last modified onMartedì, 05 Aprile 2016 21:16

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.