E' arrivata la neve ... tanta! Ecco ad esempio i guai che ha provocato nella zona di Fiè.

Ecco delle foto che documentano degli esempi dei problemi causati dalla neve tra Fiè e Siusi dalla neve scesa tra il 27, 28 e 29 dicembre: decine gli alberi schiantati dal peso della neve anche sulla sede stradale, prontamente rimossi, probabilmente dai Vigili del Fuoco Volontari dei vari paesi della zona, e, nel corso della notte, numerosi distacchi della rete elettrica.

Ricorda il febbraio del 1986.

IMG 20171228 131126 FILEminimizer

IMG 20171228 131413 FILEminimizer

Buon Natale dalla pediatra dell'ospedale di Bolzano

Dolce, serena, autentica: anche quest'anno la festa di Natale al reparto di pediatria dell'ospedale di Bolzano ha confermato di essere un appuntamento importante. Per i piccoli ospiti, i loro genitori, i medici ed il personale del reparto ha cantato Greta Marcolongo, una voce molto bella ed una persona di grande dolcezza e disponibilità, ed ha suonato il chitarrista Roberto Tubaro: a loro, per molti pezzi, si è aggiunto il coro dei presenti a segnare una partecipazione gioiosa davvero contaggiosa. Naturalmente ha fatto una capatina Babbo Natale con tanto di assistenti!

WP 20171220 11 10 00 Pro

Un grazie per la costanza con la quale organizza la piccola festa al maestro Paolo Liani, che conta sulla disponibilità, che è anche segno di grande umanità, della Primario di Pediatria, dottoressa Lydia Pescollderungg, e dei responsabili ospedalieri che ne agevolano la realizzazione.

Quindi: un Buon Natale a tutti dalla pediatria di Bolzano!

 

 

 

Lanaphil: filatelia in mostra a Lana

A Lana (in provincia di Bolzano) si tiene l'interessante iniziativa Lanaphil, giunta alla trentacinquesima edizione. Che culmina  domenica 8 ottobre con un interessante convegno, che si terrà alla Casa Raiffeisen, con la partecipazione di molti collezionisti internazionali.
La mostra Lanaphil si occupa di tutti i temi tipici di interesse dei collezionisti: dai, naturalmente, francobolli, ma anche cartoline, numismatica, annulli, militaria, titoli storici, oggeti d'epoca, foto,banconote, curiosità, antini, libri e grafica.
 
GiuGiu 
 
Nell'immagine il francobollo delle poste austriache emesso a commemorare i 350 ani della chiesa dei Cappuccini a Lana
 

Ciao al Gabibbo

"Belandi", "Besugo d'un besugo": non erano proprio complimenti quelli "emessi" dal "Gabibbo", maschera TV nota a tutti ("Striscia la notizia" etc.): la voce e anche il "manovratore" era Gero Caldarelli, morto quando stava compiendo 75 anni. Torinese, non Genovese, mimo professionista da molti anni, aveva studiato alla Scuola di Mimo del Piccolo Teatro di Milano (Strehler etc.) esibendosi, parecchi anni fa, lui , piuttosto basso di statura (1 m e 35 cm.) come "Micky Mouse", davanti a Walt Disney, che apprezzò.

Poi, con Maurizio Nichetti, fondò "Quelli di Grock", ma la vera popolarità gliela diede il personaggio del pupazzo in rosso. Il nome (l'invenzione è di Antonio Ricci, si riferisce al nomignolo, piuttosto dispregiativo, dato dai marinai della Repubblica marinara di Genova agli scaricatori di porto eritrei, spesso di nome Habib e per estensione a tutti i non Liguri un po' volgari. Un po' prepotente, il personaggio televisivo, lo è, ma anche Genovese verace) ed efficacissimo alla TV, dove vale la frase di Enzo Jannacci: "La televisùn la gìha na forsa de leùn", ma vale anche la bravura del mimo in questione.

Eugen Galasso

Subscribe to this RSS feed