Gli Alpini al polo vaccinale della Fiera a Bolzano Sud

I cittadini che, dal 15 Marzo 2021, si sono rivolti al polo vaccinale allestito dall’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige, Comprensorio sanitario di Bolzano, presso la Fiera a Bolzano Sud, con il coordinamento del dottor Paolo Conci e del direttore amministrativo del comprensorio Luca Armanaschi, ci hanno testimoniato la loro grande soddisfazione per l’eccellente organizzazione del punto vaccinale.

Sostanzialmente nessun intoppo e tutti gli operatori presenti fanno del loro meglio per facilitare la realizzazione di un obiettivo così importante come quello di riuscire a vaccinare nel più breve tempo possibile, e nel rispetto delle liste programmate, il maggior numero di cittadini.

Vogliamo anche segnalare le numerose testimonianze, molto lusinghiere, rivolte all’intervento delle Truppe Alpine dell’Esercito, che si stanno prodigando presso il medesimo polo vaccinale. I commenti positivi, anche in questo caso, riguardano sia l’assistenza logistica del personale degli Alpini sia quella relativa al momento medico specifico, quello più delicato. Cifre del loro intervento: la grande gentilezza nel porsi con le persone, la disponibilità, l’ascolto e l’empatia verso tutti, sia dei più convinti, sia di coloro che, non senza qualche piccolo timore, si avvicinano alla vaccinazione.

L'iniziativa di far concorrere gli Alpini alla gestione del Punto Vaccini dell'Azienda Sanitaria di Bolzano si inserisce nelle attività volute dal ministro della Difesa Guerini, e condotte sotto la guida del Comando di Vertice Interforze ed il coordinamento del Comando delle Truppe Alpine dell’Esercito.
Foto Paolo Massardi 2Al momento presso il polo fieristico opera, con compiti di indirizzamento e sostegno alla popolazione, il personale appartenente al 6° reggimento di Brunico mentre quattro infermieri militari ed un ufficiale medico sono inseriti fra il personale sanitario dedicato alle vaccinazioni.

Da febbraio 2020 il sostegno delle Forze Armate ha portato fino a oggi alla distribuzione di circa 4.000.000 dosi di vaccino. Dagli hub per la ricezione dei vaccini il personale ed i mezzi delle Truppe Alpine concorrono alla loro distribuzione in tutta Italia ed in particolare nel settore nord est.

Sin dai primi giorni dell’emergenza le Forze Armate hanno operato a favore delle locali Aziende Sanitarie effettuando tamponi. In particolare, nella città di Bolzano, fino alla fine mese di marzo, due team della Sanità Militare ne hanno effettuati circa 50.000 (200 al giorno) presso i Drive through della Difesa allestiti dal novembre scorso nel piazzale dell'ospedale San Maurizio.

Inoltre altro personale sanitario delle Truppe Alpine è intervenuto anche a Vipiteno (parcheggio Sadobre) con un punto tamponi temporaneo per far fronte all'emergenza dovuta al blocco degli ingressi di veicoli in Austria.

Fra le strutture logistiche della Difesa impiegate come Covid hotel per personale civile e militare si annovera anche la base logistica di Colle Isarco dove, a partire da febbraio dell'anno scorso ad oggi, sono stati ospitati circa 1300 civili, con una presenza media di circa 60 persone al giorno, con picchi fino a 110 unità (valore massimo raggiunto nelle primissime fasi della pandemia ed in questa seconda fase all'atto dei controlli per l'accesso in Austria per gli autotrasportatori).

Con questo importante contributo da parte del ministero della Difesa, l’Esercito per il tramite delle unità delle Truppe Alpine presenti in Alto Adige, fornisce ancora una volta un prezioso contributo alla lotta al COVID per la difesa della Patria e della collettività.

Franco Boscolo

Le foto dell'articolo sono di Paolo Massardi che ringraziamo per la gentile concessione.

Last modified onVenerdì, 16 Aprile 2021 18:06

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.