Cyberbullismo
Eugen Galasso

Eugen Galasso

Esce di scena Ugo Gregoretti, narratore ironico e disincantato della vita

Intellettuale decisamente di parte, Ugo Gregoretti, romano di origini napoletane, scomparso a quasi 89 anni (li avrebbe compiuti a fine settembre) era brillante, intelligente, caustico, mai volgare. Attivo in TV (entrato con raccomandazione, come tanti/e, lui rivendicava la cosa con ironia), dove firmò già nel 1960 "La Sicilia del "Gattopardo" (documentario pluripremiato), ma anche "Il Circolo Ptichwick" dal capolavoro di Charles Dickens, ma anche trasmissioni satiriche e (mi limito al meglio) "Viaggio a Goldonia" con il grande Paolo Poli.

Un bell'aiuto a Salvini

Ora, con la "Sea Watch" e gli entusiasmi che la sua capitana della nave, la giovane germanica Karola Rackete (peccato che ci sia una "c" di troppo...altrimenti sarebbe stata perfetta per la "Luftwaffe" di vari decenni fa...) suscita in ambienti come il giornale "Il Manifesto", che liricamente titola "Oh Capitana, mia Capitana" riecheggiando un grande poema di Walt Whitman, che però lo scriveva commemorando il presidente Abraham Lincoln, ucciso proditoriamente...

Tra Lincoln e la Rackete un abisso, ma il "Manifesto" e i suoi lettori forse non colgono la differenza...

Queste ONG, continuando a battere il tasto degli sbarchi clandestini, sembra facciano il gioco di Salvini. E l'Europa, come da anni ormai, rimane a guardare...

Adesso che la Rackete ha fatto il suo attacco alla Guardia di Finanza, ed è per questo agli arresti domiciliari, si merita proprio il ringraziamento di Salvini. (ndd)

Eugen Galasso

Subscribe to this RSS feed